Apericena speciale a tema Sudamerica 

a cura di J.M. Carasso e Michele Hagen



Balagàn Café, settima edizione  ESTATE 2019

Balagan

(da Treccani.it)

Nella Russia dei sec. 18° e 19°, teatro provvisorio destinato a rappresentazioni popolari nelle piazze delle maggiori città; mantenne sempre un carattere grossolano e rudimentale.


ore 19:00 Apertura (INGRESSO LIBERO

ore 19:30 apericena

ore 20:30 Maria Cristina Carratù presenta "L'acrobata"

di Laura Forti (Giuntina, 2019)

Una storia familiare che attraversa tre continenti dalla Russia Bianca di fine Ottocento all'Italia del fascismo, dalle leggi razziali alla fuga in Cile, dall'impegno politico per Salvador Allende al dramma della dittatura di Pinochet.






Balagan

(da freedictionary.com)

caos: parola presa a prestito dall'ebraico moderno (che a sua volta l'ha presa a prestito dal russo). "E' stato un totale e completo balagan".


un BALAGAN da SOGNO


Enrico Fink

Giovedì 11 luglio, terza serata

 

SOGNI DI GIUSTIZIA, SOGNI DI LIBERTÀ

Viaggio nel mondo ebraico sudamericano

i giovedì nel giardino
della Sinagoga di Firenze

                                    


GLI EVENTI SONO CONFERMATI

ANCHE IN CASO DI MALTEMPO!






Ore 21:30  LEE COLBERT in concerto

con Paolo Cintio, pianoforte 

YIDDISH TANGO

Riunendo nella sua persona l'identità ebraica e quella sudamericana, Lee Colbert, insieme al suo fidato pianista Paolo Cintio, ci accompagna in un itinerario che include tanghi argentini classici, tanghi in Yiddish composti a Buenos Aires, un tango di Kurt Weill, Yiddish Songs d'autore e un omaggio alla grande poetessa e musicista cilena Violeta Parra.